EaseMyTrip consente agli utenti di prenotare voli tramite WhatsApp, dopo essersi integrati con la piattaforma di messaggistica. I clienti inviano le loro richieste alla compagnia di viaggi online con sede in India e ricevono i preventivi tariffari tramite il bot EaseMyTrip sulla piattaforma WhatsApp di proprietà di Facebook. L’azienda tiene anche informati gli utenti sulle riduzioni o gli aumenti di prezzo e sulle date in cui le tariffe possono essere più economiche.

KLM è la compagnia aerea che per prima s’è integrata con WhatsApp for Business, già nel 2017, e oggi utilizza la piattaforma per le conferme e le carte d’imbarco e le richieste di prenotazione.

I vettori affermano di ricevere 15.000 nuovi abbonati ogni giorno.

TIC, specialista nella tecnologia di comunicazione B2C, ha integrato WhatsApp lo scorso anno, consentendo ai suoi clienti aeroportuali di comunicare con i passeggeri dei voli e di altri servizi attraverso la piattaforma.

Ma il servizio di messaggistica è adottato anche nel settore alberghiero, soprattutto per i servizi di post-booking. Tiago Araujo, co-fondatore e CEO del chatbot dell’hotel HiJiffy, afferma che “gli ospiti utilizzano WhatsApp per richiedere servizi come trasferimenti e upgrade e per le domande frequenti. Una volta nella struttura, i clienti finiscono per utilizzare la piattaforma al posto di contattare la reception”.
Una recente ricerca della piattaforma di messaggistica B2C Zingle ha rivelato che due terzi dei consumatori hanno interagito con un chatbot (un software progettato per simulare una conversazione con un essere umano) o un assistente digitale nel mese precedente.

    Ti potrebbero anche piacere

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.