Booking Holdings Inc. è l’ultimo gigante dei viaggi online a tagliare migliaia di posti di lavoro dopo che la pandemia di coronavirus ha devastato l’intero settore turistico.

Airbnb Inc. e TripAdvisor Inc. hanno eliminato un quarto della loro forza lavoro all’inizio di quest’anno, e la scorsa settimana, Expedia Group Inc. ha riportato un calo delle entrate dell’82% nel secondo trimestre, con il CEO Peter Kern che ha dichiarato che è stato “probabilmente il peggior trimestre che l’industria dei viaggi abbia mai visto nella storia moderna”.

Fino al 25% dei dipendenti di Booking.com, il più grande business dell’azienda, sarà tagliato, ha dichiarato l’azienda in un comunicato martedì. Si tratta di circa 4.000 lavoratori e le riduzioni saranno attuate a livello globale.

L’amministratore delegato Glenn Fogel ha discusso la mossa durante una videochiamata con i dipendenti, dicendo che gli ultimi cinque mesi hanno rappresentato “la più grande crisi sociale ed economica della nostra vita”.

La pandemia ha colpito duramente il business di Booking e l’industria dei viaggi in generale rimane sotto “significativa pressione”, ha aggiunto l’amministratore delegato. “Nel mio cuore, per molto tempo, ho sperato che questo non accadesse. Tuttavia, nulla può mitigare l’impatto che questa crisi ha avuto, e continuerà ad avere, sia sull’industria dei viaggi che sul nostro business”.

La continua diffusione di Covid-19 ha ridotto drasticamente il turismo, fermando la maggior parte dei viaggi d’affari a favore delle videoconferenze e di altri lavori a distanza. Le compagnie aeree hanno annunciato enormi tagli di posti di lavoro, gli hotel hanno chiuso e la parte online del settore non è stata risparmiata.

Per saperne di più: I licenziamenti Airbnb espongono le disuguaglianze in una forza lavoro a due livelli

L’azienda di Norwalk, con sede nel Connecticut, che opera in più di 65 paesi, ha cinque grandi marchi e una forza lavoro di circa 26.000 dipendenti. Il marchio Booking.com rappresenta la maggior parte delle operazioni, impiegando circa 17.500 dipendenti. A causa delle diverse regole che regolano il ridimensionamento della forza lavoro in tutto il mondo, Booking ha detto che lavorerà a fianco delle organizzazioni sindacali e di altri gruppi per finalizzare il suo piano nelle prossime settimane e nei prossimi mesi.

    Ti potrebbero anche piacere

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.